Il bando prevede il sostegno per investimenti materiali o immateriali in impianti di trattamento, in infrastrutture vinicole e nella commercializzazione del vino, diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa e il suo adeguamento alla richiesta di mercato e ad aumentare la competitività delle imprese anche al fine di migliorare i risparmi energetici, l’efficienza energetica globale nonché trattamenti sostenibili.

Data scadenza: 30/04/2024

Beneficiario

Quali sono i beneficiarie del bando?

Sono beneficiari del bando:

– Imprenditori agricoli, singoli o associati;
– Imprese di trasformazione.

Le imprese possono essere di qualsiasi dimensione e devono svolgere almeno una delle seguenti attività:

– produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
– produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
– l’elaborazione, affinamento e/o il confezionamento del vino conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione; sono escluse dal contributo le imprese che effettuino la sola attività di commercializzazione dei prodotti oggetto di sostegno;
– la produzione di vino attraverso la lavorazione delle proprie uve da parte di terzi vinificatori, qualora la domanda sia volta a realizzare ex novo un impianto di trattamento o una infrastruttura vinicola, anche ai fini della commercializzazione.

Agevolazione

Quali sono le agevolazioni previste?

Contributi a fondo perduto pari :

– al 40% della spesa effettivamente sostenuta, per investimenti realizzati da micro, piccole o medie imprese;
– al 20% della spesa effettivamente sostenuta, per investimenti realizzati da imprese classificabili come intermedie;
– al 19% della spesa effettivamente sostenuta, per investimenti realizzati da un’impresa classificabile come grande impresa.

La dotazione finanziaria ammonta a €3.000.000,00.

Sono finanziabili investimenti per un valore di spesa totale minimo pari ad € 8.000,00 e comunque non superiore a € 1.500.000,00.

Scadenza

Quali sono i termini di presentazione delle domande?

Domande presentabili fino al 30 aprile 2024.

Interventi ammessi

Quali sono i progetti finanziabili?

– Costruzione, miglioramento di beni immobili, finalizzati alla produzione, trasformazione, conservazione, stoccaggio, commercializzazione e degustazione dei vini;
– Acquisto, di impianti fissi e/o macchinari e/o attrezzature mobili nuove per la vinificazione ad alto livello tecnologico, la commercializzazione, la conservazione e lo stoccaggio dei vini a DOP/IGP;
– Allestimento interno dei punti vendita diretta al consumatore finale aziendali ed extra aziendali fissi e delle sale di degustazione, destinati esclusivamente alla commercializzazione, all’esposizione e alla degustazione dei vini regionali.
– Investimenti immateriali per la creazione e/o implementazione di siti internet finalizzati all’e-commerce, comprese le spese per la progettazione e la realizzazione di siti internet e hardware e software dedicato, fino al valore massimo di investimento di € 10.000,00;
– Impianti per il risparmio energetico e per la produzione di energia da fonti rinnovabili esclusivamente dedicata all’autoconsumo per le attività vitivinicole;
– Spese generali.

Lo Studio Zappanico resta a vostra disposizione per informazioni e chiarimenti.

Leave this field blank
Garanzie e tutela dei diritti In ottemperanza dell' art. 13 del D.lgs. 196/03 sulla Privacy, Studio Zappanico garantisce la massima riservatezza nel trattamento dei dati forniti, che saranno utilizzati, direttamente o anche attraverso terzi, esclusivamente ai fini di rispondere alla richiesta o per inviare informazioni commerciali o quant'altro riguardante Studio Zappanico